POLPETTE DI LENTICCHIE E POMODORI SECCHI
L

e lenticchie sono note per l’elevato valore nutritivo. Infatti sono fonte di proteine e di carboidrati complessi e  inoltre sono ricche di ferro, fosforo e vitamine del gruppo B: niacina e tiamina che favoriscono la concentrazione e la memoria.

Per il contenuto di flavonoidi hanno buone proprietà antiossidanti.
Grazie all’elevata quantità di fibre e alla scarsa quantità di grassi, di tipo insaturo, sono valide alleate nella prevenzione dell’ateriosclerosi e nella stitichezza.
Infine, le lenticchie non contengono glutine e sono quindi adatte nell’alimentazione dedicata ai celiaci.

La Pentola Crafond permette di cucinare in modo gustoso e mantenere inalterate tutte le proprietà nutritive.

Ricetta di Nom. Nom. Q.B.

Ingredienti per circa 30 polpette

  • 150 g lenticchie piccole
  • 3 patate medie
  • 5-6 pomodorini secchi o semisecchi
  • mix di erbe aromatiche: salvia, rosmarino, maggiorana
  • 2 cucchiai di lievito alimentare
  • 2 cucchiai di pane grattugiato integrale
  • sale, pepe q.b.
  • a piacere si può aggiungere uno spicchio d’aglio o dell’erba cipollina

Attrezzatura

PADELLA CRAFOND

PENTOLA CRAFOND

COPERCHIO CRAFOND

Procedimento

Lavare accuratamente le lenticchie, scolarle e versarle nella Pentola Crafond in acqua fredda, per una quantità pari a un terzo di lenticchie e due terzi di acqua. Portare a ebollizione e proseguire la cottura a fuoco minimo per circa 20 minuti.  Quando le lenticchie avranno assorbito l’acqua, tritarle grossolanamente e tenerle da parte.

Lessare le patate e schiacciarle con lo schiacciapatate.

In una ciotola versare il composto di lenticchie, le patate e gli ingredienti rimanenti. Mescolare bene l’impasto (se dovesse risultare troppo secco, aggiungere 1-2 cucchiai di acqua). Lasciarlo riposare in frigorifero per circa un’ora.
Prelevare con un cucchiaio un po’ di impasto, inumidire leggermente le mani e formare delle polpettine. Passarle quindi nel pangrattatoVersare nella Padella Crafond un filo d’olio e rosolare le polpette fino a quando risulteranno dorate in superficie.
Adagiarle su un piatto ricoperto di carta assorbente per eliminare l’eventuale eccesso d’olio e servire ben calde.